L’HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points, letteralmente «Analisi del Pericolo e Punti Critici di Controllo») è un sistema che previene i pericoli di contaminazione alimentare. Esso si basa sul monitoraggio dei punti della lavorazione degli alimenti in cui si prospetta un pericolo di contaminazione sia di natura biologica che chimica o fisica. È sistematico ed ha basi scientifiche. La sua finalità è quella di individuare ed analizzare pericoli e mettere a punto sistemi adatti per il loro controllo (inteso nell’accezione di “regolazione”).
Prima dell’adozione del sistema HACCP le verifiche venivano effettuate a valle del processo produttivo, con analisi della salubrità del prodotto finito, pronto per la vendita al consumatore, e spesso il prodotto era consumato prima dell’individuazione dell’irregolarità. Inoltre, per le analisi, veniva effettuato il campionamento (analisi di un lotto tramite prelievo di un campione) ed il risultato del campione analizzato non era un risultato significativo (l’eventuale contaminazione non si distribuisce omogeneamente nel lotto). Dopo l’emanazione del D.Lgs. 155/1997, poi abrogato dal d.lgs. 193/2007 in attuazione del regolamento CE 852/2004, è stato introdotto in Italia il sistema HACCP che, introducendo il concetto di prevenzione, analizza i possibili pericoli verificabili in ogni fase del processo produttivo e nelle fasi successive come lo stoccaggio, il trasporto, la conservazione e la vendita al consumatore. In altri termini questo controllo si prefigge di monitorare tutta la filiera del processo di produzione e distribuzione degli alimenti. Lo scopo è quello di individuare le fasi del processo che possono rappresentare un punto critico (per esempio: la distribuzione di prodotti surgelati, dove la temperatura di conservazione non deve salire oltre i -18 C°, rimanendo costante dalla produzione alla consumazione).
Il sistema pone un importante accento sulla qualità alimentare, in particolare riguardo a salubrità e sicurezza, concetto che va oltre la semplice soddisfazione del cliente, ma punta piuttosto alla tutela della salute pubblica.

MedLabor offre servizi di medicina del lavoro. 
La medicina del lavoro si occupa della prevenzione delle 
malattie causate dalla attività lavorative. 
La scelta della società di medicina del lavoro, del medico 
competente e degli specialisti di sicurezza non costituisce solo 
un obbligo di legge, ma una precisa scelta strategica d'impresa 
finalizzata ad assicurare serenità nell'ambiente di lavoro e a 
garantire qualità nei servizi e nei prodotti dell'azienda.

Richiedi un preventivo
Nome

Email

Ragione Sociale

Sede operativa ed eventuali altre unità operative distaccate dalla principale

Numero dipendenti

Mansioni presenti all'interno dell'azienda (es. impiegato, operario edile, operaio metalmeccanico, autista)

Allega un documento di valutazione rischi. (PDF Max 2mb)
Note


I nostri clienti

terna_medicina lavoro

Eon Energia

CIGL Funzione Pubblica

CIGL Funzione Pubblica

CIGL Funzione Pubblica

CIGL Funzione Pubblica

CIGL Funzione Pubblica

CIGL Funzione Pubblica